Di Menna: aprire subito il negoziato ed evitare di trasformare le scuole in un ring

1101

FIRENZE – La vera emergenza sono le retribuzioni del personale della scuola – ha detto nel suo intervento, Massimo Di Menna, segretario generale della Uil Scuola, nel corso di una tavola rotonda nella Festa democratica del PD a Firenze.

Occorre sostenere il difficile lavoro fatto nelle scuole. Bisogna convocare subito il tavolo di confronto ministro-sindacati su tutti gli aspetti connessi al piano programmatico. Serve un confronto serrato per affrontare concretamente tutte le questioni connesse alle ricadute sul personale e all’organizzazione del lavoro.

Per quanto riguarda la Uil Scuola – mette in chiaro Di Menna – il principio che seguiremo sarà quello dell’innovazione e della modernizzazione della scuola e delle tutele del personale.

Una cosa è la politica, una cosa è il sindacato, che svolge funzione negoziale.
Il confronto tra maggioranza e opposizione, pur su posizioni diverse – pone l’accento Di Menna – dovrebbe avere ‘toni alti’ proprio per il ruolo essenziale che l’istruzione ha per lo sviluppo del Paese.

Le scuole non possono trasformarsi in un ring – ha detto Di Menna, nel suo intervento a Firenze. Va data la massima attenzione alla questione retribuzioni, un insegnante italiano oggi guadagna la metà di uno spagnolo e un terzo di un collega tedesco.

In questo articolo