Gelmini dalla parte dei precari, ma senza soluzioni

1063

17 novembre 2008 – dp
da orizzontescuola: Il Sole24Ore ci dà notizia di un intervento del Ministro a Rezzato durante un convegno organizzato da Forza Italia. La Gelmini ha dato come motivo dei troppi precari nella scuola i troppi “si” che la politica non poteva permettersi.

Tremonti invece è riuscito a dire tanti “no” e secondo il Ministro domani il “paese sarà grato a lui, come al Presidente Berlusconi”

Forse il Ministro ha ragione quando parla di aumento dei precari causato dai troppi “si” e infatti penso al governo Berlusconi, quello quando era Ministra la Moratti, e ai cicli SSIS attivati, nonchè al corso abilitante che ha abilitato migliaia di nuovi docenti senza alcun numero programmato.

Gli sbagli del passato, quando era Ministro dell’economia Giulio Tremonti, ma a quel tempo non ha saputo dire di “no”, e ha detto “si”

Difficile intuire se i precari abilitati grazie alla Moratti diranno grazie per il “no” o per il “si” di Tremonti.

La Gelmini ha le idee chiare sulla natura del problema, la colpa è di chi l’ha preceduta, lo hanno detto anche tutti quelli che l’hanno preceduta, ma a differenza dei suoi predecessori lei una soluzione non ce l’ha. O forse la soluzione c’è, ma non la intuiamo. Nelle parole del suo intervento a Rezzato, la soluzione, parole sue, è nel federalismo, ma rimane tutto qui, in una parola, senza alcun approfondimento, senza spiegazione. Piano piano, forse è saltata direttamente a pagina 3; tra pagina 1 che individuava il problema del precariato e pagina 3 che disquisiva del federalismo scolastico forse c’era la soluzione per i precari.

I precari intanto attendono il ripasso, magari saranno divulgati anche i contenuti di pagina 2

L’articolo del Sole24Ore

In questo articolo