Mobilità 2019/22, fasi e preferenze. Si possono esprimere anche 15 scuole

371

Il CCNI 2019/22 relativo alla mobilità del personale docente, educativo e ATA ripristina la fase comunale, riportando a tre le fasi in cui si svolgono i movimenti.

Vediamo quali sono le summenzionate fasi e quali preferenze si possono esprimere nella domanda.

Corsi di perfezionamentoFasi mobilità

Le operazioni di mobilità territoriale (trasferimenti) e professionale (passaggi di ruolo/cattedra) si svolgono secondo le seguenti fasi:

I fase: Trasferimenti all’interno del comune;
II fase: Trasferimenti tra comuni della stessa provincia;
III fase: mobilità territoriale interprovinciale e mobilità professionale.

Preferenze

Le preferenze si possono esprimere su:

  • scuola;
  • comune;
  • distretto sub comunale;
  • provincia.

Ciascun docente può esprimere, con un’unica domanda, sino a quindici preferenze indicando le scuole (anche tutte e 15) oppure un codice sintetico (comune o distretto) sia per la mobilità intraprovinciale che per quella interprovinciale.

Nel caso della mobilità interprovinciale, inoltre, sarà possibile esprimere anche codici sintetici di una o più province.

FONTE: https://www.orizzontescuola.it/mobilita-2019-22-fasi-e-preferenze-si-possono-esprimere-anche-15-scuole/

In questo articolo