Dirigenti scolastici, formazione delle classi e assegnazione docenti

95

Corsi di perfezionamento per docenti3I nuovi dirigenti scolastici che prenderanno servizio dal giorno 1 Settembre 2019, si troveranno ad affrontare un mondo tutto nuovo. Le responsabilità del dirigente scolastico sono infatti davvero tante ed è bene avere una panoramica generale dell’attività che si andrà ad effettuare.

Fra le varie attività che competono al dirigente scolastico, c’è quella della formazione delle classi e dell’assegnazione ad esse dei docenti.

Dirigenti scolastici: formazione delle classi e assegnazione docenti

Il problema della formazione delle classi e della assegnazione dei docenti è certamente uno dei più complessi e difficili che un neodirigente deve affrontare.

Le norme sono abbastanza chiare e certamente i neo dirigenti scolastici ben le conoscono: si tratta di operazioni per le quali vanno acquisiti i criteri del consiglio di istituto e le proposte del collegio dei docenti.

Ma la difficoltà maggiore è legata ai tempi: chi viene nominato come dirigente scolastico deve affrontare la questione in pochissimi giorni, pur senza conoscere il contesto in cui si trova ad operare.

All’inizio dell’incarico, quindi, per evitare di commettere errori clamorosi il dirigente non può fare altro che farsi consigliare e sostenere dallo staff già esistente.

Efficacia ed efficienza vorrebbero che il dirigente scolastico assegni i docenti cercando di valorizzarne le capacità, le inclinazioni e le competenze ma purtroppo il primo anno bisognerà accontentarsi di gestire l’intera operazione con molta cautela.

Se è possibile, quindi, una “chiacchierata” informale con il dirigente che ha diretto la scuola in precedenza.

Almeno inizialmente sarebbe bene non farsi prendere da smanie di “novità” e cercare quindi di gestire questa e altre operazioni di avvio dell’anno scolastico mantenendo una certa continuità con il passato e anche con le consuetudini.

In questo articolo