RIEPILOGO BANDI UNIVERSITA’ TFA SOSTEGNO 2019/20

473

Corso di preparazione al concorso docentiSezione in aggiornamento continuo

ABRUZZO

L’Aquila –

BASILICATA

Università degli Studi della Basilicata –

CALABRIA

Università Mediterranea della Calabria –

Università della Calabria –

Università Magna Grecia Catanzaro –

CAMPANIA

Salerno –

Suor Orsola Benincasa – Il bando – 190 euro tassa di partecipazione – scadenza  entro e non oltre le 12:00 del 23 marzo 2020

EMILIA ROMAGNA

Parma –

Unimore –

Ferrara –

FRIULI V.G. 

Udine –

Trieste –

LAZIO

Link Campus University

Roma Tor Vergata –

Roma Tre –

Foro Italico Roma –

Unint – Roma –

Tuscia –

Cassino –

LUMSA –

Università Europea di Roma  –

LIGURIA

Genova

LOMBARDIA

Milano Cattolica non c’è ancora una pagina dedicata

Università di Bergamo –

Università di Milano Bicocca

MARCHE

Urbino

Macerata 

Molise

Università del Molise

PIEMONTE

Torino – 5 posti infanzia saranno riservati a candidati residenti in Valle d’Aosta –

PUGLIA 

Università del Salent 

Bari

Foggia –

SARDEGNA

Cagliari:

Sassari

SICILIA

Enna –Palermo – Il bando – 150 euro la tassa di partecipazione – scadenza 16 marzo 2020

Catania – La pagina –

Messina – Primo avviso –

TOSCANA

Siena –

Pisa –

Firenze –

UMBRIA

Perugia

TRENTINO

Libera Università di Bolzano –

Università degli studi di Trento  – bando – 100 euro tassa selezione – 3.000 euro il corso

VALLE D’AOSTA

Università –

VENETO

Verona –

Padova –

Iscriviti alla nostra Fan page

 

TFA Insegnante di sostegno nella scuola di infanzia e primaria

TFA Insegnante di sostegno nella scuola di secondo grado

Date dei testi di ingresso
Le date di svolgimento dei test preliminari sono fissate per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno nei giorni 2 e 3 aprile 2020 con le modalità di seguito indicate:

– 2 aprile 2020: al mattino prove scuola dell’ infanziapomeriggio  prove scuola primaria;
– 3 aprile 2020:  al mattino prove scuola secondaria I gradopomeriggio prove scuola secondaria II grado.

Ricordiamo i requisiti di accesso sono:

📌 Scuola Infanzia e Primaria:

🎯 Laurea in Scienze della formazione primaria o diploma magistrale e diploma sperimentale ad indirizzo linguistico conseguiti presso gli istituti magistrale entro l’a.s. 2001/02.

📌 Scuola Secondaria di I e II grado:

🎯 abilitazione all’insegnamento in una delle classi di concorso del grado che si richiede

🎯 laurea (titolo idoneo per una delle classi di concorso del grado per cui si partecipa) + 24 CFU nelle discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche

🎯 Diploma ITP

Ricordiamo che per accedere al corso, gli aspiranti dovranno superare tre prove:

  • test preselettivo
  • prova scritta
  • prova orale

Tipologia e somministrazione dei test preliminari
Il test preliminare è costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne individua una soltanto. Almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale 0 (zero) punti. Il test ha la durata di due ore.
E’ ammesso alla prova, ovvero alle prove di cui all’articolo 6 comma 2, lettera b) del DM sostegno, un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili nella singola sede per gli accessi. Sono altresì ammessi alla prova scritta coloro che, all’esito della prova preselettiva, abbiano conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo degli ammessi.
Sono altresì ammessi in soprannumero ai relativi percorsi i soggetti che, in occasione dei precedenti cicli di specializzazione

  1. abbiano sospeso il percorso ovvero, pur in posizione utile, non si siano iscritti al percorso;
  2. siano risultati vincitori di più procedure e abbiano esercitato le relative opzioni;
  3. siano risultati inseriti nelle rispettive graduatorie di merito, ma non in posizione utile.

Nel caso in cui la graduatoria dei candidati ammessi risulti composta da un numero di candidati inferiore al numero di posti messi a bando, si può procedere ad integrarla con soggetti, collocati in posizione non utile nelle graduatorie di merito di altri atenei, che ne facciano specifica richiesta, a loro volta graduati e ammessi dagli atenei sino ad esaurimento dei posti disponibili. A tal fine, preso atto che la valutazione dei titoli di cui all’articolo 6, comma 8 del DM Sostegno è demandata alle autonome scelte delle sedi, gli atenei provvedono a rivalutare i titoli dei soggetti di cui al presente comma in conformità ai propri bandi.

TFA sostegno 2020: la ripartizione dei posti per regione, requisiti per accedere, test d’ingresso il 2 e 3 aprile 2020

Articoli correlati
TFA Sostegno 19.585 posti, prove il 2 e il 3 aprile 2020. Firmato il decreto.

270
In questo articolo