I precari della scuola si mobilitano “Stabilizzare subito chi insegna da 3 anni”

287

Concorso straordinario insegnanti: tra precari della scuola e Governo è scontro totale.

Master mondo scuola
Master mondo scuola

Ecco perchè il 14 ottobre in tutta Italia le sigle sindacali Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola RUA, Snals Confsal e Gilda Unams hanno organizzato una mobilitazione – con presidi, flash mob, incontri in Prefettura – per esprimere il proprio dissenso contro una decisione presa “in un contesto di emergenza sanitaria” e che – secondo quanto dicono i sindacati – non produrrà “alcun effetto immediato in termini di assunzioni” esponendo “la scuola e il personale coinvolto a un possibile aumento dei contagi e al rischio che molti precari, trovandosi eventualmente in situazione di contagio o di quarantena come effetto del lavoro che svolgono, siano esclusi dalla partecipazione al concorso”…

“I docenti precari vengono maltrattati in maniera sfacciata -le parole di Salvatore Pizzo (Gilda Insegnanti)-. Ci sono centinaia di docenti in quarantena che non hanno garanzia, in caso di mancata presenza al concorso, di svolgere una prova suppletiva. Come Gilda degli Insegnanti -ha aggiunto-, segnalo anche l’imprecisione con cui, in Emilia Romagna, vengono avvisati gli insegnanti sulle modalità del concorso: non si dice neppure l’orario preciso, ma solo se questo si svolgerà al mattino o al pomeriggio. Credo sia il punto più basso toccato da diverso tempo in termini di relazioni sindacali tra scuola e Governo”…  – Questo è quanto si legge nel più ampio articolo del 9 ottobre 2020, pubblicato da piacenzasera.it (fonte notizia).

Consegui 24 cfu
Consegui 24 cfu
In questo articolo