Punteggio supplenza su sostegno: ecco come calcolarlo

863

Come viene calcolato il punteggio supplenza su sostegno?
Ce lo chiedono molti docenti che proprio in questi giorni stanno ricevendo convocazione da graduatorie incrociate Gps e GI o tramite invio di mad. E si, perché un supplente di sostegno può essere chiamato dalla graduatoria in cui è iscritto o tramite domanda di messa a disposizione.

Il punteggio assegnato è stato illustrato nella nota del Ministero del 22 luglio 2020:
qui si dice che il servizio prestato sul sostegno è valido
a) come servizio specifico sulla GPS Sostegno dello specifico grado;
b) come servizio specifico sulle classi di concorso dello specifico grado;
c) come servizio aspecifico per le eventuali classi di concorso e posti sul sostegno di grado diverso;

Ricordiamo che come per il punteggio su normale classe di concorso anche qui non conta il numero di ore, ma si fa riferimento alla durata del contrattoil calcolo va considerato per anno scolastico. Non è possibile sommare i giorni di supplenza svolti in anni diversi.

Per avere il servizio specifico per la GPS sostegno è necessario essere inseriti in prima o seconda fascia. Per la prima fascia è necessario essere in possesso di relativa specializzazione, per la seconda di tre anni di servizio specifico.

Per i docenti iscritti in III fascia delle GaE e in II fascia delle GI, se sono in possesso del prescritto titolo di studio e del diploma di specializzazione sul sostegno, il calcolo del punteggio per supplenza su sostegno viene assegnato secondo la preferenza del candidato e relativamente agli istituti di istruzione secondaria di II grado.

Invece, se il docente prende servizio con supplenza su sostegno senza abilitazione, allora il punteggio verrà assegnato alla graduatoria da cui è derivata la posizione utile per il conferimento della nomina. A differenza della III fascia, il punteggio per supplenza su sostegno si valuta una volta sola o come specifico o non specifico. In quest’ultimo caso, il punteggio sarà valutato al 50%. Tra servizio specifico e non specifico è possibile far valutare fino ad un massimo di sei mesi per anno scolastico.

Nel caso in cui il docente risulta iscritto in III fascia delle graduatorie di istituto, il punteggio per supplenza su sostegno viene calcolato come servizio specifico per la classe di concorso dalla quale risulta nominato. Inoltre, è valutato come servizio non specifico, quindi dimezzato, per le altre graduatorie di III fascia in cui il docente risulta iscritto. Il servizio svolto su sostegno viene valutato, anche senza il titolo di specializzazione, relativamente agli istituti di istruzione secondaria di II grado. Inoltre, il servizio valutato è di massimo sei mesi per anno scolastico.

Qui un calcolo del punteggio supplenza:

da 16 a 45 giorni = 2 punti
da 46 a 75 giorni = 4 punti
da 76 a 105 giorni = 6 punti
da 106 a 135 giorni = 8 punti
da 136 a 165 giorni = 10 punti
da 166 giorni in poi = 12 punti

Il punteggio a parità di servizio viene dimezzato nelle scuole elementari parificate, nelle scuole materne autorizzate e nelle scuole di istruzione secondaria legalmente riconosciute o pareggiate. Infine, dopo avervi informato su come si calcola il punteggio per supplenza su sostegno, vi informiamo che il punteggio sostegno vale doppio se si è titolari sul sostegno. Stesso discorso vale sul pre-ruolo. Quindi chi ha svolto ad esempio il pre-ruolo su sostegno ed entrato in ruolo su sostegno e ha il titolo di specializzazione ha diritto ad un punteggio doppio.

 

I nostri corsi: https://www.orizzontedocenti.it/universita-telematica/

 

 

Fonte: https://www.voglioinsegnare.it/

In questo articolo