Mobilità e vincolo triennale per neoimmessi in ruolo, passi in avanti nella trattativa

316

Si è svolto oggi un altro incontro fra il Ministero dell’Istruzione e le organizzazioni sindacali per discutere del rinnovo del contratto della mobilità valido per il triennio 2022-2025.

 

Secondo quanto si apprende da fonti sindacali il Ministero ha illustrato una nuova bozza del CCNI che accoglie parte delle richieste sindacali, con particolare riferimento al vincolo triennale per i neoimmessi in ruolo.

Secondo il testo presentato, il vincolo di permanenza triennale sulla sede di titolarità diventerà in operante a partire dal momento in cui avverrà la conferma in ruolo, attraverso le regole definite nel contratto integrativo.

La soluzione proposta dal Ministero consentirebbe, senza modificare la normativa vigente, la presentazione delle domande anche agli immessi in ruolo a partire dall’1 settembre 2020.

 

L’incontro fra le parti è stato aggiornato a giovedì 27 gennaio. Domani FLC CGIL, UIL Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams si incontreranno per effettuare una valutazione congiunta.

da obiettivoscuola

In questo articolo